Una legge della Comunità Europea accolta da molte nazioni tra cui l'italia VIETA che i prodotti cosmetici siano testati su animali. 

E' quindi praticamente inutile, se non per ragioni che riguardano al marketing, la scritta sull'astuccio di alcuni cosmetici "non testato su animali". (Visto che non puoi farlo, è come scrivere, nessun dipendente è stato ucciso mentre produceva questa crema ;).

Allora, a cosa serve certificare, come ha fatto UNIQUEPELS i propri prodotti con un "bollino" CONIGLIO NERO della LEAL - LEGA ANTIVIVISEZIONISTA?

Perchè invece è possibile TESTARE sugli animali l'efficacia delle MATERIE PRIME contenute nei cosmetici. 

Allora ci sono delle aziende come UNIQUEPELS che si impegnano a non utilizzare più materie prime testate su animali*.

Aziende che decidono di spendere dei soldi per la certificazione e di complicare il lavoro dei propri laboratori, cercando materie prime che non sono state testate su animali*.

Viene fissata una data da cui le materie prime utilizzate non sono più testate. L'azienda si impegna (e questo impegno viene costantemente verificato) di non utilizzare più materie prime di quel genere. 

Certo, è un aggravio di costi e di lavoro. Ma quanto siamo orgogliosi di seguire anche questa filosofia?

"Nessun animale deve soffrire. A maggior ragione per questioni legate alla cosmetica", questo è stato il discorso del nostro Direttore Generale quando ha presentato questo nuovo progetto. E su queste basi è stato stretto l'accordo con LEAL per abbracciare la loro filosofia e certificare tutti i nostri prodotti. 

Se vuoi vedere l'annuncio della nostra partecipazione al progetto, clicca qui

Se vuoi approfondire le informazioni sul "CONIGLIO NERO" e tutte le attività di LEAL- LEGA ANTIVIVISEZIONISTA clicca sul logo. 

 

 

 

 

*ci sono delle materie prime così "datate" che non hanno una sostituzione, che anche chi certifica accetta che possano essere utilizzate in alcuni cosmetici).