CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE CON WALL OF DOLLS

PER LA LIBERTÀ DI SCELTA

In ricordo di Saman Abbas

Wall of Dolls compie 8 anni: viene inaugurato Sabato 21 giugno 2014 a Milano, in via De Amicis 2, su idea di Jo Squillo.
Wall of Dolls é letteramente un muro di bambole: un’installazione permanente che accoglie la bambola di chiunque abbia subito violenza, come testimonianza della lotta alla violenza sulle donne.
L'idea nasce dalla tradizione indiana: ogni volta che una donna subisce una violenza, una bambola viene fissata sulla porta di casa.
Negli anni il Muro è diventato un simbolo permanente della città di Milano e numerosi artisti, Giornalisti, Avvocati, Medici e cittadini, hanno contribuito alla sua realizzazione. Tanto da duplicarsi a Roma, Genova, Venezia e non solo: il messaggio che solo le donne sanno dare per le donne è ormai un impegno nazionale.
Quest’anno Wall of Doll, dedica l'evento a Saman Abbas, la ragazza di cui si sta cercando ancora il corpo, che voleva semplicemente scegliere chi sposare e come vivere la sua vita, rifiutando un'imposizione che rovina da troppo tempo molte donne. Saman aveva solo 18 anni e una vita davanti.
Si terrà oggi, 19 giugno, dalle ore 16 in via De Amicis 2 a Milano. All'interno sarà possibile visitare il "percorso della riflessione" uno spazio unico dove immergersi tra le opere che artisti e designer hanno realizzato appositamente per l'associazione.
Al centro dell'incontro ci saranno dibattiti e approfondimenti.
Uniquepels ha scelto di esserci e partecipare al fianco delle donne per dire #StopViolenza.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati